Comunicazione dei dati concernenti gli infortuni sul lavoro all'INAIL o all'IPSEMA

 “In considerazione dell'evoluzione normativa ancora in corso”, il Ministero del Lavoro ha prorogato al 16 Agosto 2009 la comunicazione all'INAIL (Istituto Nazionale per L'Assicurazione da Infortuni sul Lavoro)

del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.Tale obbligo, la cui scadenza era prevista per il 16 di Maggio di quest'anno, è sancito dall'art. 18 del nuovo Testo Unico sulla Sicurezza (così come riformato dal Dlgs n. 81/2008), il quale prevede, appunto, che: “i datori ed i dirigenti, i quali organizzano e dirigono le attività secondo le attribuzioni e le competenze ad essi conferite, devono comunicare annualmente all'INAIL i nominativi dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza”. Tali rappresentanti vengono designati ed eletti nelle aziende e/o nelle singole unità produttive, secondo criteri e modalità fissati nell'art. 47 del suddetto Testo Unico.L'obbligo informativo di cui sopra interessa i datori di lavoro ed i dirigenti di aziende del settore sia pubblico che privato: rimangono escluse (Circolare n. 11/2009) le amministrazioni e gli istituti espressamente indicati dall'art. 3, comma 2, del T.U. Sicurezza.La comunicazione deve essere effettuata dalla sigola azienda o unità produttiva in cui si articola l'azienda, e deve fare riferimento alla situazione in essere al 31 Dicembre dell'anno precedente. A tale fine, l'INAIL ha predisposto una procedura on line da effettuarsi presso l'indirizzo web www.inail.it..Per approfondimenti relativi a tali adempimenti, alleghiamo i seguenti documenti:
  1. Circolare INAIL n. 11 del 12 marzo 2009. Oggetto: rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.
  2. Circolare INAIL n. 26 del 21 maggio 2009. Oggetto: rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza: comunicazione nominativi. Chiarimenti e nuove istruzioni.

Inoltre, il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali, con circolare n. 17 del 12/05/2009, ha stabilito che le disposizioni in merito alla predetta comunicazione dei dati concernenti gli infortuni sul lavoro all'INAIL o all'IPSEMA devono essere inquadrate con riguardo alla costituzione del Sistema informativo nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro, di cui all'art. 8 del D.Lgs. n. 81/2008. Le regole del predetto sistema informativo verranno individuate per mezzo del decreto interministeriale di cui al comma IV del medesimo art. 8, al momento in fase di avanzata elaborazione e, quindi, non ancora adottato. Pertanto, il Ministero ha precisato che il termine per l'adempimento decorrerà solo dalla scadenza dei sei mesi successivi all'avvenuta adozione del decreto ministeriale.Ricordiamo, infine, che in data 16/05/2009, è scaduto il termine per effettuare i seguenti adempimenti:1) obbligo di valutazione dei rischi stress lavoro-correlato, di quelli riguardanti le lavoratrici in stato di gravidanza, secondo quanto previsto dal decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151, nonché quelli connessi alle differenze di genere, all'età, alla provenienza da altri Paesi (art. 28, comma I, D.Lgs.n.81/2008);2) obbligo di data certa al Documento di valutazione dei rischi (D.V.R.), (art. 28, comma II, D.Lgs. n. 81/2008);3) divieto di visite mediche in fase preassuntiva (art. 41, comma III, lettera a), D.Lgs. n. 81/2008).